San Benedetto da San Fratello detto il Moro: La Vita


San Benedetto da San Fratello - Uomo senza frontiere venerato in tutto il mondo"Comitato

Sito web a cura del "Comitato festeggiamenti San Benedetto il Moro" San Fratello (ME).

FESTEGGIAMENTI IN ONORE DI SAN BENEDETTO IL MORO - SETTEMBRE 2018
COMUNICATO:

In prossimità dei festeggiamenti in onore del nostro protettore San Benedetto il Moro a settembre, stiamo avviando i preparativi e prossimamente verranno messi in vendita i biglietti per il sorteggio.
Pertanto chiunque voglia offrire un premio, può comunicarlo tramite messaggio privato a questa pagina o direttamente in parrocchia. Si raccomanda la tempestività nel fare sapere il dono che verrà offerto, in maniera tale da inserire tutti i premi nei biglietti che andranno in stampa.
Ringraziamo tutti coloro che daranno il proprio contributo.
Il Comitato

sabato 18 gennaio 2014

Alcuni avvenimenti legati a San Benedetto il Moro

Ripercorriamo le tappe principali che hanno segnato la vita di Benedetto e i fatti storici legati alla sua Santità.
1520      Vincenzo Manasseri consente ai genitori di Benedetto (Cristoforo e Diana Larcan), di sposare, promettendo la libertà al primo nato.
1526      Nasce a San Fratello (prov. di Messina) San Benedetto. Padrino di battesimo un amico del padrone: Guglielmo Pontremoli.
1529      (3/7) - Clemente VII, con la Bolla Religionis zelus,sanziona il nuovo "Ordine dei Frati Minori della vita eremitica" (Cappuccini).

1532      Clemente VII, con la Bolla In Suprema, sancisce la divisione tra Frati Minori Osservanti e i Frati Minori Riformati.
1535      Carlo V (1519 - 1556) entra trionfalmente a Palermo. Gli succederà Filippo II (1556 - 1598).
1545      Benedetto entra a far parte degli eremiti guidati da frà Girolamo Lanza. Lo seguirà un suo allievo: Francesco Gargano.
1550      (14/3) - Breve di Giulio III che autorizza il Lanza a istituire l'Ordine degli Eremiti che seguono la Regola di San Francesco d'Assisi, con l'aggiunta del voto "quadragesimale".
1557      Visita del Vicerè sul Monte Pellegrino.
1562      (11/9) - Il Card. Rodolfo Del Carpio, a nome di Pio IV (Lettera del 10.3.1562) scioglie gli Eremiti del Lanza, concedendo loro la facoltà di inserirsi in uno degli Ordini francescani. Benedetto, dopo una riflessione, opta per gli Osservanti e viene accolto nel convento di "S. Maria di Gesù", a Palermo, dopo 17 anni di vita eremitica.
1563      Benedetto professa la Regola dei Frati Minori Osservanti a Palermo. Poi viene inviato a Giuliana.
1567      Benedetto torna a Palermo (convento di "S. Maria di Gesù") ove rimane fino alla morte (1589).
1571      Terremoto.
1575      Pestilenza.
1578      Benedetto è nominato superiore (Guardiano) per 3 anni dal Capitolo Provinciale. Dal 28-9 alcuni Frati Osservanti passano alla Riforma, tra i quali Benedetto.
1581      Svolgimento del Capitolo provinciale ad Agrigento. Benedetto è nominato Vicario e Maestro dei novizi.
1583      (9/6) - Benedetto viene invitato a procedere al centro della processione del Corpus Domini.
1589      (4/4) - Santa morte di Benedetto nel convento di "S. Maria di Gesù" in Palermo.
1592      (4/5) - Prima traslazione del corpo di Benedetto dalla fossa comune dei frati alla Sacrestia del convento (v. Lettera del Card. Matthei, Protettore dell'Ordine, del 26.12.1591).
1611      (3/10) - Seconda traslazione del corpo di Benedetto dalla Sacrestia in Chiesa accanto all'altare della Madonna (v. Lettera di Filippo III, Re di Spagna, del 7.5.1608).
1623      Approvazione del processo (Clemente VII).
1652      (24/4) - Decreto del Senato Palermitano che dichiara Benedetto Patrono e Intercessore della città.
1743      (15/5) - Benedetto XIV approva il culto pubblico del nostro santo.
1763      Clemente XIII lo dichiara Beato per tutta la Chiesa Universale. Segue la terza traslazione del corpo di Benedetto nell'altare a lui dedicato.
1807      (25/5) - Canonizzazione di Benedetto da parte di Pio VII nel giorno dedicato alla SS. Trinità.
Fonte: CONGREGAZIONE SAN BENEDETTO IL MORO PALERMO

Nessun commento:

Posta un commento