San Benedetto da San Fratello detto il Moro: La Vita


San Benedetto da San Fratello - Uomo senza frontiere venerato in tutto il mondo"Comitato

Sito web a cura del "Comitato festeggiamenti San Benedetto il Moro" San Fratello (ME).

FESTEGGIAMENTI IN ONORE DI SAN BENEDETTO IL MORO - SETTEMBRE 2018
COMUNICATO:

In prossimità dei festeggiamenti in onore del nostro protettore San Benedetto il Moro a settembre, stiamo avviando i preparativi e prossimamente verranno messi in vendita i biglietti per il sorteggio.
Pertanto chiunque voglia offrire un premio, può comunicarlo tramite messaggio privato a questa pagina o direttamente in parrocchia. Si raccomanda la tempestività nel fare sapere il dono che verrà offerto, in maniera tale da inserire tutti i premi nei biglietti che andranno in stampa.
Ringraziamo tutti coloro che daranno il proprio contributo.
Il Comitato

mercoledì 3 agosto 2016

Domenica i festeggiamenti in onore di San Benedetto ad Acquedolci

La prima Domenica di Agosto si svolgono i festeggiamenti in onore del patrono di Acquedolci San Benedetto da San Fratello.
Benedetto Manasseri, figlio di una coppia di schiavi africani (Cristoforo e Diana), nacque libero per concessione del suo padrone in una data imprecisata tra il 1526 ed il 1524. 
Definito "umile e alto in sapienza", pur essendo analfabeta aveva il dono di interpretare le Sacre Scritture ed era in grado di insegnare a religiosi e laici i misteri della Parola.
Morto a Palermo in fama di santità nel monastero di Santa Maria di Gesù, è il primo santo di colore della storia della Chiesa Cattolica.
San Benedetto, venerato anche a San Fratello, è titolare dal 1938 della omonima Parrocchia di Acquedolci e considerato "concittadino" in entrambi i paesi che fino al 1969 erano un unico Comune.
La Comunità di Acquedolci ha scelto di affidare il patronato a San Benedetto il Moro in due forme, sia per acclamazione popolare (19 settembre 1989 durante la permanenza in paese dell'urna col corpo del santo), sia in forma istituzionale con deliberazione del Consiglio Comunale che nel 1989 stabiliva che San Benedetto il Moro era patrono del Paese.
San Benedetto è protettore degli emigranti e per questo motivo la festa è stata spostata in Agosto negli anni '90 del secolo scorso, per consentire ai tantissimi paesani che fanno ritorno in occasione delle ferie estive, di partecipare alla festa.

La festa civile si svolge invece ogni anno il 4 aprile, data che ricorda la morte del Santo.
Fonte: Acquedolci Politica

Nessun commento:

Posta un commento